In evidenza

Nunzia Cavarischia ci ha lasciato

Abbiamo appena appreso con profonda tristezza la notizia della morte della Partigiana Nunzia Cavarischia, punto di riferimento per la nostra Associazione e per gli antifascisti del nostro territorio e non solo.
I funerali, in forma civile, si svolgeranno domani, alle ore 18, nella piazza di Acquacanina (MC).
Ci uniamo nel dolore e nel ricordo ai familiari di Nunzia, agli amici ed ai tanti che l’hanno conosciuta, stimata ed amata.
In evidenza

7 luglio 2012 – 7 luglio 2022 – 10 ANNI CHE NAZARENO RE CI HA LASCIATI

A dieci anni dalla scomparsa, ricordiamo Nazzareno Re condividendo la registrazione del primo incontro svolto in suo onore l’11 GIUGNO DEL 2013  PRESENTANDO IL PROGETTO “PER RAFFORZARE IL PROGETTO COSTITUNALE” CONSULTABILE SUL SITO DEDICATO ALLO STESSO 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Nazareno-ReDownload

In evidenza

2 giugno 2022

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Le videointerviste alle partigiane Marisa Rodano e Mirella Allosio e ai partigiani Gastone Cottino e Gastone Malaguti saranno disponibili su www.noipartigiani.it dal 31 maggio
In evidenza

4 chiacchiere con Legambiente: il rapporto Ecomafie 2021

In occasione dell’anniversario della scomparsa di Ciro Colonna – diciannovenne vittima innocente di camorra a cui abbiamo intitolato il nostro presidio – Libera Macerata lo ricorda organizzando, ogni anno a partire dal corrente, un evento di sensibilizzazione su uno dei settori d’interesse della criminalità organizzata.

Quest’anno saremo saremo da Spulla in compagnia di Marco Ciarulli, presidente di LegambienteMarche Onlus, per parlare insieme del rapporto “Ecomafie 2021” che mappa i reati ambientali in Italia e ci apre una finestra su uno dei settori più redditizi per le mafie: quello ambientale.
Essendo una chiacchierata in compagnia non poteva mancare il buon cibo: ad ogni bevuta acquistata si riceverà un aperitivo con pietanze tipiche siciliane realizzate con prodotti provenienti dai beni confiscati alle mafie (in Sicilia e non solo).
Vi aspettiamo venerdì 10 giugno alle ore 18!
Per avere maggiori informazioni: https://fb.me/e/3fNhGwJSd
In evidenza

Appello “No alla guerra! No al riarmo”

Alle Organizzazioni partecipanti
al Corteo “Le Marche plurali ed accoglienti”

Gentili Amiche ed Amici,

vi inviamo in allegato l’Appello “No alla guerra! No al riarmo” rivolto alle Amministratrici e agli Amministratori delle città delle Marche con le adesioni pervenute ad oggi. Le adesioni all’Appello restano in ogni caso aperte e quindi chi fra voi non lo avesse ancora fatto ed è interessato, può inviare la propria adesione a info.universitapace@regione.marche.it

Vi precisiamo, inoltre, che la Fiaccolata regionale per la pace prevista in Ancona per il 9 Aprile è stata posticipata a Sabato 16 Aprile con ritrovo alle ore 21,00 in Piazza Cavour.

Questa decisione è stata assunta dai soggetti promotori dell’Appello per permettere alle Istituzioni ed a tutta la comunità marchigiana di partecipare alla Manifestazione “Le Marche per la pace” promossa dal Consiglio Regionale delle Marche a Loreto per Sabato 9 Aprile alle ore 11,00. Di questa iniziativa vi inviamo in allegato la relativa locandina.

Con l’occasione, in attesa di risentirci a breve, vi inviamo i nostri più cordiali saluti.

Ancona, 7 Aprile 202

Il Presidente                                    Il Coordinatore delle attività
Mario Busti                                                       Davide Guidi

Appello “No alla guerra! No al riarmo”
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

In evidenza

SOLIDARIETA’ ALLA CGIL

 

L’ANPI Marche e del capoluogo anconetano stigmatizzano l’atto vandalico e le deliranti frasi  con cui i soliti nottambuli “ignoti” hanno imbrattato alcune vetrate d’ingresso della CGIL delle Marche e della Camera del lavoro di Ancona, a ricordare a tutti e tutte che quest’anno ricorre il centenario dell’occupazione e delle scorribande fasciste  in città.

Cambiano le sigle, camuffano le appartenenze,  ma i bersagli sono sempre gli stessi, il mondo del lavoro, la CGIL e le altre organizzazioni  sindacali, la democrazia di questo Paese.

Atti vandalici e intimidatori  ad orologeria, tesi a minare l’unità, la solidarietà e la coscienza democratica nazionale.

L’ANPI Marche e del capoluogo anconetano, nell’esprimere solidarietà e vicinanza alla CGIL marchigiana e alle organizzazioni sindacali oggetto di frasi intimidatorie, ribadiscono l’importanza che le istituzioni tutte rivolgano una costante attenzione, diffusione e cura ai valori di democratici e antifascisti della nostra Costituzione, antidoto fondamentale contro imbarbarimenti e violenze.

 Ancona, 4 aprile 2022

 
Cgil Marche
𝐐𝐮𝐞𝐬𝐭𝐚 𝐦𝐚𝐭𝐭𝐢𝐧𝐚, 𝐥𝐚 𝐬𝐞𝐝𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐂𝐠𝐢𝐥 𝐌𝐚𝐫𝐜𝐡𝐞 𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐂𝐚𝐦𝐞𝐫𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐋𝐚𝐯𝐨𝐫𝐨 𝐝𝐢 𝐀𝐧𝐜𝐨𝐧𝐚 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐬𝐭𝐚𝐭𝐞 𝐭𝐫𝐨𝐯𝐚𝐭𝐞 𝐯𝐚𝐧𝐝𝐚𝐥𝐢𝐳𝐳𝐚𝐭𝐞 𝐜𝐨𝐧 𝐬𝐜𝐫𝐢𝐭𝐭𝐞 𝐢𝐧𝐚𝐜𝐜𝐞𝐭𝐭𝐚𝐛𝐢𝐥𝐢 𝐞 𝐝𝐞𝐥𝐢𝐫𝐚𝐧𝐭𝐢
Paragonare la Cgil e tutto il sindacato confederale al nazismo significa non conoscere la storia del movimento sindacale italiano ed il contributo politico e in vite umane pagato proprio dalle organizzazioni dei lavoratori durante il nazi fascismo.
Le sedi del sindacato sono luoghi di accoglienza e democrazia; gesti di questo tipo non faranno che rafforzare le nostre convinzioni anche in ragione del ruolo svolto durante la lunga fase di emergenza. La pandemia da Covid ha ucciso e continua ad uccidere e per questo rivendichiamo e confermiamo
le nostre idee ed il nostro massimo impegno per il sostegno alle campagne vaccinali e alla diffusione del vaccino nel mondo, soprattutto nelle aree più povere.
Cgil Cisl Uil delle Marche non si fermeranno di fronte a queste intimidazioni.

In evidenza

8 marzo Giornata Internazionale della Donna

8 marzo Giornata Internazionale della Donna, una giornata per ricordare le discriminazioni e violenze fisiche e psicologiche di cui le Donne sono oggetto in tutto il mondo ancora di più oggi che la guerra sta mettendo in pericolo insieme alla loro vita anche le conquiste, seppure parziali, sociali, economiche e politiche  faticosamente ottenute.

In evidenza

S.O.S. EMERGENZA UCRAINA

S.O.S. EMERGENZA UCRAINA
La Croce Verde di Macerata per i fratelli Ucraini

La guerra scoppiata nei giorni scorsi rischia di creare una catastrofe umanitaria in Ucraina.

Per aiutate la popolazione Ucraina, la Croce Verde di Macerata organizza una raccolta di:
– coperte,
– prodotti alimentari a lunga conservazione;
– medicinali di prima necessità;
– abiti pesanti,
– prodotti per l’igiene;

È necessario attenersi alle richieste effettute e controllare che i prodotti alimentari e i medicinali siano a lunga conservazione ben chiusi e scatolati

Il materiale deve essere portato presso la sede della Croce Verde di Macerata sita in Via Indipendenza 12 tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 15 – Tel.0733 260260

Coloro che volessero effettuare offerte in denaro possono fare il versamento su C/C intestato alla Croce Verde di Macerata, utilizzando il seguente IBAN:
IT50A0849113400000120101669
specificando la causale (indispensabile):
“EMERGENZA UCRAINA”

Si ringrazia tutti per la gentile collaborazione

In evidenza

Presidio per la Pace – Macerata Piazza Cesare Battisti

SABATO 26 febbraio 2022 ore 11,00

Vai all’evento su facebook

𝗖𝗚𝗜𝗟 – 𝗖𝗜𝗦𝗟 – 𝗨𝗜𝗟
𝗠𝗮𝗰𝗲𝗿𝗮𝘁𝗮

Condanniamo l’aggressione militare della Russia e richiediamo uno stop immediato delle ostilità: il primo obiettivo deve essere la protezione umanitaria dei civili e la pace e la stabilità in Europa.

La vita, il benessere e la sicurezza di milioni di persone sono concretamente messe a rischio dal precipitare del conflitto e dagli eventi che stanno sconvolgendo l’Europa dell’Est.

Ribadiamo la nostra contrarietà ad ogni guerra, il nostro SI alla Pace e per farlo ci troveremo 𝗶𝗻 𝗣𝗶𝗮𝘇𝘇𝗮 𝗖𝗲𝘀𝗮𝗿𝗲 𝗕𝗮𝘁𝘁𝗶𝘀𝘁𝗶 𝗮 𝗠𝗮𝗰𝗲𝗿𝗮𝘁𝗮 𝗦𝗮𝗯𝗮𝘁𝗼 𝟮𝟲 𝗙𝗲𝗯𝗯𝗿𝗮𝗶𝗼 𝗮𝗹𝗹𝗲 𝗼𝗿𝗲 𝟭𝟭.

Chiediamo alle Istituzioni, al mondo dell’associazionismo religioso e laico, sociale e culturale, ai partiti, ai movimenti e a tutti i cittadini che credono nel valore della pace, della persona, della vita, della solidarietà e della democrazia per aderire all’iniziativa e per affermare:

“𝗦𝗶 𝗳𝗲𝗿𝗺𝗶 𝗹𝗮 𝗴𝘂𝗲𝗿𝗿𝗮 𝗲 𝗽𝗮𝗿𝘁𝗮 𝘂𝗻 𝘃𝗲𝗿𝗼 𝗽𝗿𝗼𝗰𝗲𝘀𝘀𝗼 𝗱𝗶 𝗽𝗮𝗰𝗲!”

Per adesioni contattare CGIL, CISL e UIL di Macerata.

Prime adesioni:

CGIL – CISL UIL – ARCI – ANPI – LIBERA – AMNESTY INTERNATIONAL – EMERGENCY – REFUGEE WELCOMES – RETE degli STUDENTI MEDI MARCHE – OFFICINA UNIVERSITARIA – ARTICOLO 1 – MACERATA BENE COMUNE – SINISTRA ITALIANA – AUSER – Fed. Prov. PARTITO DEMOCRATICO – PARTITO DEMOCRATICO Macerata – ANPI Macerata – OSSERVATORIO di GENERE

In evidenza

CONDANNIAMO FERMAMENTE L’INVASIONE DELL’UCRAINA – 26 FEBBRAIO MANIFESTAZIONE A ROMA

  • GUERRA IN UCRAINA

La Segreteria nazionale ANPI: “CONDANNIAMO FERMAMENTE L’INVASIONE DELL’UCRAINA”

Comunicato della Segreteria nazionale ANPI. “Un atto di guerra che nega il principio dell’autodeterminazione dei popoli e fa precipitare l’Europa sull’orlo di un conflitto globale“. Gli eventi ANPI in tutta Italia, in continuo aggiornamento, su www.anpi.it/eventi/Manifestazione nazionale a Roma il 26 febbraio

In evidenza

Presidio di Libera Macerata “Ciro Colonna”

Questa mattina insieme a Francesca abbiamo parlato nelle scuole medie di Appignano e Montefano di atteggiamento mafioso e del nostro ruolo in quanto cittadini attivi.
Abbiamo discusso delle violente stragi di mafia degli anni ’90, ed un ragazzo di 3° media è intervenuto dicendo che anche la nostra città ha sperimentato una cieca violenza simile quando Luca Traini ha compiuto l’attentato di stampo fascista del 3 febbraio 2018.

Questo fa capire che l’atto di terrorismo compiuto all’indomani del ritrovamento del corpo di Pamela Mastropietro abbia segnato anche i/le giovanissim*, scuotendol* nel profondo.

Il nostro presidio all’epoca era solo un sogno nel cassetto di noi volontar*, ma ciascun* si ricorda perfettamente dov’era quella mattina, l’appello disperato del sindaco, lo spaesamento e gli elicotteri che volavano sopra le nostre teste.

Ricordare a distanza di 4 anni per non rimuovere dalla coscienza collettiva quello che è accaduto tanto il 3 febbraio quanto il 10, giorno della mobilitazione antifascista, in cui ci raggruppammo in migliaia per ribadire che Luca Traini non rappresenta Macerata e che un tale attacco ad uno dei principi fondanti la nostra Repubblica, l’antifascismo, è inaccettabile.

Ricordare affinché un gesto del genere non possa ripetersi mai più. Affinché ciascun* si senta libero di vivere la propria città, Macerata. Contro ogni forma di disuguaglianza ed oppressione.

🖋 La referente del presidio, Benedetta Mazzieri

— a Macerata.
In evidenza

Presidio democratico

Presidio democratico

DOMENICA 6 FEBBRAIO ORE 17 NELL’ISOLA PEDONALE DAVANTI ALLE EX SCUOLE DIAZ.

Per ricordare gli annegati in mare nel tentativo di migrare, contro la violenza alle frontiere, per la cultura dell’ inclusione…..
Musica e lettura brani, distribuzione materiale informativo, interventi.

Promotori :

PARTITO DEMOCRATICO

SINISTRA ITALIANA

ARTICOLO UNO

AMNESTY INTERNATIONAL

COMMEMOR – ACTION e altre associazioni artistiche e culturali.
A domani.

 

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10220786524755534&id=1310415286&sfnsn=scwspwa

In evidenza

GIORNO DEL RICORDO

Ci sono tanti modi di combattere i neofascismi, uno è smontare scientificamente con gli strumenti della ricerca storica qualcuna delle tante “narrazioni tossiche”, ad esempio sulle foibe e sulla questione del confine orientale. Lo faremo l’8 febbraio prossimo alle 21 in diretta su questa pagina Facebook insieme a Matteo Petracci, Piero Purich e Lorenzo Filipaz.
Combattere i neofascismi è questione sempre attuale, soprattutto nella nostra comunità maceratese dove, a quattro anni dall’attentato terroristico di matrice razzista perpetrato da un fascista dichiarato, che ha ferito sei persone e terrorizzato l’intera città, c’è nonostante tutto ancora chi vuole rimuovere il ricordo dell’accaduto, minimizzarlo come “gesto isolato di un folle” o peggio ancora trovare improbabili e impossibili giustificazioni.

https://www.anpimacerata.it/?p=17015

Vedi anche 

 
l 5 febbraio a Gorizia iniziativa congiunta ANPI nazionale – ZZB-NOB (l’Associazione dei partigiani sloveni) in occasione del Giorno del Ricordo
In evidenza

Refugees Welcome Italia – Macerata

Oggi, 27 gennaio 2022, è la Giornata della Memoria e, come ogni anno, usufruiamo di questo spazio per commemorare le vittime della Shoah e riflettere sulle brutali azioni che l’uomo è stato in grado di compiere. O meglio, che è in grado di compiere.

In occasione di questa giornata, infatti, non possiamo restare inermi dinanzi a ciò che continua ad accadere oggi a causa della disumanità, del potere, dell’indifferenza.

La Shoah continua ad esistere, ogniqualvolta un essere umano muore nel Mediterraneo o in una foresta al gelo, nel tentativo di oltrepassare il confine per una vita migliore.

La Shoah continua ad esistere, ogni volta che lasciamo morire di fame e di freddo chi abita accanto alla nostra porta.

La Shoah continua ad esistere, ogni volta che consideriamo un uomo o una donna illegali, che non combattiamo per l’umanità e la dignità ma soltanto per provare a pulire le nostre coscienze. La cosa peggiore, infatti, è che ogni anno ci ritroviamo a scrivere sempre le stesse parole. E ogni anno, anche dopo aver ricordato, siamo sempre più sporchi.

Vi condiviamo un passo di una bellissima poesia si Soumaila Diawara, che possa suscitare in voi commozione e riflessione.

In evidenza

La nostra riflessione per la giornata della memoria

Ig: https://www.instagram.com/p/CZPGE4FsZGv/?utm_medium=copy_link
Fb: https://www.facebook.com/560532321125142/posts/1275889666256067/

In evidenza

Pagliarulo: “Sconvolti per la condanna a Mimmo Lucano”

Pagliarulo: “Sconvolti per la condanna a Mimmo Lucano”

30 Settembre 2021

In evidenza

8 SETTEMBRE 2021 ore 18.00- INCONTRO DI PRESENTAZIONE E CONFRONTO SU DOCUMENTO CONGRESSO NAZIONALE ANPI

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Le foto dell’incontro

 

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
8_SETTEMBREDownload
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Relatori-8_SETTEMBREDownload